Palazzo Barberini.

Palazzo Barberini su via Quattro Fontane è uno di quei posti dove non ero mai stato. Ultimamente mi ha incuriosito sapere che alcune scene del film Vacanze Romane sono state girate lì, compresa l’ultima sequenza, con il bel Gregory che se ne va inquadrato dal basso. Neanche a dirlo, il Palazzo è bellissimo.

Il tipo della libreria, proprio accanto alla biglietteria, è gay e sculetta come una pazza mentre cammina nervosamente per fare non si capisce cosa. La Galleria Nazionale di Arte Antica occupa quasi tutto il primo piano. Le sale sono fresche ma sono illuminate malissimo e a volte non riesco a trovare nessun punto dove mettermi per osservare un dipinto senza riflessi sulla tela. I dipinti più noti, e non a torto, sono “Giuditta e Oloferne” di Caravaggio e “La Fornarina” di Raffaello.

Anche il “Narciso”, forse di Caravaggio, è bellissimo. Mi hanno colpito anche il ritratto di Enrico Ottavo di Holbein, che mi ricorda i libri di scuola, e Natività e Battesimo di Gesù di El Greco che vorrebbero essere celebrativi ma a me trasmettono solo ansia.

Al secondo piano, dopo un percorso lungo e tortuoso, c’è il bagno, dove da una finestra a “bucio” si vede il cortile d’ingresso. Sul retro del palazzo c’è il giardino, con la serra che contiene statue antiche e la scalinata che porta nuovamente all’ingresso.

La parte più bella, almeno secondo me, è il Salone principale del Palazzo. Si intravede dall’ultima sala espositiva e già si capisce che è enorme, col soffitto molto più alto. Si entra e ci si ritrova in uno spazio di più di 400 mq, con le pareti grigie, sovrastati dall’affresco di Pietro da Cortona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...