Fila in cassa da Ikea.

Domenica pomeriggio, Ikea di Porta di Roma. In cassa c’era una fila esagerata. Riflessione numero uno: dopo il Gay Village Ikea è il posto dove circolano più gay in tutta Roma. Riflessione numero due: ci vai come supporto per gli acquisti di un amico e esci con 6 batterie stilo, un vassoio inutile e un cappello per lampada (m’ha detto pure bene, solo 20 euro). Riflessione numero tre: non è vero che gli italiani non fanno figli. Li fanno e li lasciano in lacrime dentro un Ikea. Riflessione numero quattro: dato che spesso, una volta a casa, l’oggetto Ikea perde fascino e si manifesta in tutta la sua poracciata, c’è chi è disposto a comprare anche le frecce per terra pur di riprodurre in casa l’effetto decisivo per l’acquisto. Grazie e arrivederci.

Annunci

2 risposte a “Fila in cassa da Ikea.

  1. Riflessione numero cinque: i figli sotto i 16 anni dovrebbero dimenticarli nella sala giochi di Ikea, …insieme ad un generoso numero di inutili finocchie!
    Grazie a lei e arrivederci.

  2. …. ehehehe!
    mai supportare gli acquisti degli amici!

    qui da me l’IKEA non ce l’abbiamo, hanno cercato di costruirla ma il popolo ha fortemente protestato e la regione sardegna ha chiuso la questione rimandandola al mittente.

    mi chiedo: dove vanno i gay della mia città? non c’è manco il Gay Village…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...